salute e benessere: il nostro cucciolo in salute

Quando amiamo qualcuno spesso ci viene spontaneo manifestarlo offrendo del cibo. Così avviene anche con i nostri amici a quattro zampe. Lo spuntino fuori pasto diviene un momento di condivisione, la circostanza di un gioco, una coccola. Lo snack poi assume un ruolo educativo se viene usato come ricompensa o gratificazione dopo un apprendimento o un comportamento corretto da parte del nostro cane.

Oggigiorno, i negozi di animali offrono sui loro scaffali numerose tipologie di snack differenziati per forma, colore e sapore. Questa vasta scelta ci permette di soddisfare le più disparate esigenze e di evitare che questo tipo di premio abbia effetti negativi sulla dieta del nostro animale. Infatti, gli snack generalmente non posseggono le stesse qualità nutrizionali del cibo per cani e darne troppi o scegliere quelli sbagliati potrebbe alterare i benefici di una dieta completa e bilanciata.

Come per il cibo per cani, il mercato degli snack per cani è cambiato molto negli ultimi anni.Sul mercato sono disponibili linee di bocconcini snack da aggiungere alla dieta regolare del cane, con formule specifiche per cuccioli, per cani attivi o vecchi e per cani in sovrappeso, bocconcini che integrano elementi nutritivi o che contribuiscono all’igiene orale dell’animale.

E’ quindi molto importante scegliere uno snack appropriato per il nostro cane e non superare le indicazioni sulla quantità massima da poter somministrare quotidianamente. Inoltre tra gli snack confezionati, sarà possibile offrire un gusto che il nostro cane ama maggiormente a scelta tra gli innumerevoli proposti come cervo, salmone, tacchino, agnello, pollo, selvaggina, coniglio, manzo, prosciutto, tonno, vitello. Uno snack ben prodotto ci consentirà di apportare alla dieta le necessarie vitamine, proteine e minerali.

Spesso i padroni tendono a condividere col proprio cane il proprio snack “umano”, ma deve essere uno strappo consentito di tanto in tanto, non una regola. In ogni caso un bocconcino che non bisogna mai dividere con il cane è il cioccolato, che è molto tossico per il suo fegato.

Anche lo snack per eccellenza del cane, le ossa, va somministrato con cautela. Le ossa non sono tutte uguali: assolutamente vietate le ossa di pollame, che spezzate possono provocare gravissimi danni all’apparato digerente. Le ossa dei bovini, grosse e resistenti, sono la scelta migliore. Le ossa della coda sono adatte ai cani di piccola o di media taglia, ma non vanno bene per i masticatori robusti. Stinchi e simili sono adatti per tutti: interi per i cani più grossi, ridotti a dimensioni minori per i piccoli.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: