comportamento: Gli “errori” dei cani sono errori nostri

Se i nostri cani si comportano nel modo esattamente opposto a quello che desideriamo, quasi sempre è colpa nostra perché comunichiamo loro dei segnali sbagliati.

Gli errori più comuni in casa

L’errore più comune lo commettiamo quando il cane “fa pipì per sbaglio”: lo sgridiamo e/o mettiamo il muso sopra i suoi bisogni? Mai cosa più sbagliata, perché mingere è un comportamento fisiologicamente corretto; inoltre, è errato pulire accovacciati mentre ci sta guardando: per lui stiamo annusando i suoi bisogni e accettiamo quello che ha fatto.
Altri errori: “quando ci salta addosso”, alziamo le braccia al petto e/o tentiamo di spingerlo giù; se per uno stimolo qualunque (come il campanello o il telefono) “abbaia insistentemente”, tentiamo di zittirlo, incitandolo a far peggio. Infine, può capitare che il nostro cane abbia la brutta abitudine di mordere le mani e le caviglie dopo aver giocato a tira e molla o con la pallina che non vuole ridarci.

Gli errori più comuni all’aperto

Fido “tira al guinzaglio”? Se lo strattoniamo gli stiamo comunicando “vai, corri!”. Invece, quando dobbiamo tornare a casa dal parco, non aspettiamo l’ultimo minuto per chiamarlo, rincorrerlo e mettergli il guinzaglio. In auto, il nostro cane si agita e abbaia incessantemente mentre suoniamo il clacson e ascoltiamo a tutto volume lo stereo? Infine, durante la passeggiata, non sopporta proprio alcuni cani e/o alcune persone? Per una buona convivenza a sei zampe, vediamo come porre rimedio a questi comportamenti.

Rimediamo agli errori in casa…

  • Sporca in casa: puliamo la pipì senza esser visti con acqua calda e alcool e portiamolo a fare la passeggiata dopo ogni pasto e pisolino.
  • Salta addosso: giriamoci di spalle e incrociamo le braccia.
  • Abbaia: rimaniamo calmi e premiamo il suo silenzio.
  • Morde: evitiamo di farlo giocare con stoffe o lacci e non tiriamo verso di noi gli oggetti che trattiene con la bocca, ma offriamo un oggetto alternativo.

…e a quelli fuori casa

  • Tira al guinzaglio: fermiamoci e cambiamo diametralmente direzione, ovvero ruotiamo di 180°, ogni volta che tira.
  • Richiamo: allontaniamoci lentamente, dandogli le spalle, e osserviamo se ci sta seguendo. Se si avvicina, premiamolo e agganciamo il guinzaglio al collare, altrimenti mettiamoci a correre per farci “inseguire”.
  • In auto: usiamo il kennel oppure le reti omologate, evitiamo di utilizzare, se non è necessario, il clacson, guidiamo con prudenza e ascoltiamo musica soft.
  • In passeggiata: davanti a cani e/o persone a lui non gradite cambiamo strada, evitando così lo scontro diretto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: